sabato 10 dicembre 2016

Modern Money Theory sulla iperinflazione

Oggi di cui abbiamo bisogno è la disciplina.

Tutti i governi che emettono la propria moneta devono spenderla prima di riacquistarla in forma di tasse (o vendita dei buoni del tesoro), nessuno può crearla perché questi governi possiedono il monopolio della creazione della moneta. Se ci fosse una connessione fra 'stampare moneta' e iperinflazione allora le nazioni più sviluppate  dovrebbero avere perenne iperinflazione.


Le iperinflazioni, definite da Phillip Cagan come l'inflazione con un tasso del oltre 50% mensile, son causate da circostanze molto specifiche. 

Nella storia il gold standard ha funzionato nei periodi di re forti, con un valore nominale proclamato dal sovrano, questi valori non erano necessariamente stabili. I periodi più instabili coincidevano con re deboli che usavano la 'tosatura' del metallo prezioso della moneta, piuttosto che contribuire alla stabilità era sempre troppo forte la tentazione di non seguire le regole e di usare l'oro in leva per emettere più banconote (IoTiDevo).
Gli accordi di Bretton Woods dove le nazioni fissavano il loro tasso di cambio rispetto alla valuta dominante, collassò nei primi anni '70 e in genere i tentativi di ancorare una valuta a una sorta di tasso di cambio fisso, funziona finché non si schianta.

Il tasso fluttuante rende disponibile uno spazio di politica economica che può essere usato dai governi prudenti per perseguire scopi di politica interna con un grande grado di libertà.

Controllando i dati del secolo scorso, non ci sono casi di paesi capitalisti occidentali nominalmente democratici che abbiano sperimentato iperinflazione. E se noi limitiamo il nostro set di dati a quelli a valuta fluttuante, non ce ne sono stati neanche con crisi del tasso di cambio.

Così la maggior responsabilità per l’iperinflazione ricade sul governo che stampa per finanziare il deficit.

La soluzione? Legare le mani del governo. Nei giorni andati, l’oro poteva servire come àncora. Oggi ciò di cui abbiamo bisogno è la disciplina, sotto forma di previsioni di budget, limiti di indebitamento ed un impegno a rientrare dal deficit spending una volta che la ripresa economica sia stata avviata.

NON C’È SOSTITUTO DI UN BUON GOVERNO.





Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti.